Categorie
Testimoni della Vera Speranza

TESTIMONI DELLA VERA SPERANZA 06 – COME EDUCARE ALLA SPERANZA

Le riflessioni che abbiamo fatto finora sono come il fondamento irrinunciabile nel cammino d ricerca della vera speranza, capace di sconfiggere le paure. Ora vogliamo soffermarci a guardare come viviamo, nella concretezza dell’oggi, alcuni impegni significativa e chiederci se siamo testimoni di speranza.

Questa sera ci domandiamo: Come educare alla speranza?

  • Educatore vero è chi non ha paura, a cominciare dalla paura dei giudizi, anche perché viviamo di riflesso di ciò che gli altri dicono di noi. Ricordiamo che fede e paura convivono in noi e ci domandano continuamente di scegliere: più aumenta la fede e più diminuisce la paura e viceversa.
  • Educatore vero è chi non fa paura, chi non educa accentuando la colpa o il castigo, chi non presenta un cristianesimo triste, il volto di un Dio senza gioia. Non certo chi addirittura prova gioia nell’intimidire gli altri.
  • Educatore vero è chi libera dalle paure. Non c’è da colpevolizzare nessuno per le sue paure. Non sappiamo perché si alzano tempeste nella vita. Vorremmo che non sorgessero mai, che il viaggio della vita fosse tranquillo e facile, in particolare lo vorrebbero i genitori per i figli. Il pericolo è di essere contenti quando gli altri (i figli) pensano pensieri già pensati, e non preoccuparci di educare a cercare la verità. La verità è sempre un divenire, un crescere, un incamminarsi progressivo, un affrontare le difficoltà. Per quanto riguarda la vita dobbiamo ricordarci che Dio non ci togli dalle tempeste, ma ci sostiene dentro le tempeste. Dio non risolve i nostri problemi, ma è con noi, ci dà tutto quello che ci serve perché sappiamo risolverli.

Dentro di noi su questo argomento ci sono altri pensieri. Interveniamo, mettiamo in risalto nel concreto della vita le difficoltà per realizzare questa missione.

Domani sera continueremo a riflettere, anche su richiesta di qualcuno di voi, su come trasformare l’ascolto della Parola, comprese le nostre riflessioni in preghiera. Un brano del Vangelo ci aiuterà.

Lascia un commento